theme
Non est ad astra mollis e terris via.
3 note
Reblog

Ho imparato a convivere con l’amore, non corrisposto, che provo per te.

0 note
Reblog
"Lei è partita con l’anima nera, gira di notte come una fiera.
Fiera per strada smacchia il suo lutto con il campari e un tocco di trucco
però
quando resta sola piange un po’." - Mannarino
3.119 note
Reblog
"Non avevo interessi. Non riuscivo ad interessarmi a niente. Non avevo idea di come sarei riuscito a cavarmela, nella vita.
Agli altri, almeno, la vita piaceva. Sembravano capire qualcosa che io non capivo. Forse ero un po’ indietro. Era possibile. Mi capitava spesso di sentirmi inferiore. Volevo solo andarmene. Ma non c’era nessun posto dove andare. Il suicidio? Gesù Cristo un’altra faticata. Avevo voglia di dormire per cinque anni di fila, ma non me lo permettevano." - Bukowski.
777 note
Reblog
"Siamo i figli di mezzo della storia, non abbiamo né uno scopo né un posto. Non abbiamo la Grande Guerra né la Grande Depressione. La nostra Grande Guerra è quella spirituale, la nostra Grande Depressione è la nostra vita. Siamo cresciuti con la televisione che ci ha convinto che un giorno saremmo diventati miliardari, miti del cinema, rock stars. Ma non è così. E lentamente lo stiamo imparando." - Fight Club, Chuck Palahniuk
1 nota
Reblog

Caro Matteo, ho 31 anni, sono fidanzata e voglio sposarmi. Ma non posso

1 nota
Reblog

Se la vita ha un senso, è quello dell’umorismo.

Una ragazza ha due amici, due fantastici amici. Sono le prime persone che vede la mattina e le ultime che saluta la sera, stanno sempre insieme e sono un trio indissolubile. Poi la ragazza si innamora di uno dei suoi amici e si confida con l’altro, spesso, per parecchi mesi. Ma un bel giorno, durante una delle loro sbronze i due amici la fanno sedere, le mettono davanti uno shottino di vodka e le dicono che stanno insieme. Tra di loro. Da due anni.

La ragazza resterà in terapia a vita.

0 note
Reblog
"Innamorarsi tanto da stare da male e sapere che lui non ti considera abbastanza bella"
2 note
Reblog

I genitori piú fighi del mondo ce li ho io: tra detersivi e insaccati, nel mio pacco da casa ci sono gli shottini di sambuca.

0 note
Reblog
"

Per una notte
ogni 10 agosto
noi lanciamo ogni sorta di richieste
a dei meteoriti ignari
escludiamo il cielo
concentrandoci sui fatti nostri
invece di pensare a quanto
poco siamo rilevanti.

Tutto l’universo nasce e muore
di continuo e se ne frega
dei progetti e degli amori e dei miei fallimenti

Quindi andare a chiedere favori
alle stelle cadenti
non è tanto di cattivo gusto
quanto arrogante.

" - I cani- San Lorenzo
4.410 note
Reblog
"

Professore: Tu sei un cristiano, figliolo?

Studente: Sì, signore.

Professore: Allora, credi in Dio?

Studente: Assolutamente, signore.

Professore: E Dio è buono?

Studente: Certo.

Professore: E Dio è onnipotente?

Studente: Sì..

Professore: Mio fratello è morto di cancro, anche se pregò Dio di guarirlo. La maggior parte di noi avrebbe cercato di aiutare gli altri che sono malati. Ma Dio non lo fece.E’ davvero buono questo Dio? Hmm?

(Studente rimase in silenzio.)

Professore: Non è possibile rispondere..Ricominciamo la discussione mio giovane amico… E’ Dio buono?

Studente: Sì..

Professore: Satana è buono?

Studente: No.

Professore: Da dove viene Satana?

Studente: Da … DIO …

Professore: Esatto. Dimmi figlio, c’è il male in questo mondo?

Studente: Sì..

Professore: Il male è ovunque, non è vero? E Dio ha fatto tutto. Giusto?

Studente: Sì..

Professore: Allora, chi ha creato il male?

(Lo studente non ha risposto.)

Professore: C’è malattia? L’immoralità? Odio? La bruttezza? Tutte queste cose terribili esistono nel mondo, non è vero?

Studente: Sì, signore.

Professore: Allora, chi li ha creati?

(Student non ha avuto risposta.)

Professore: La scienza dice che ci sono 5 Sensi che è possibile utilizzare per identificare e osservare il mondo intorno a te. Dimmi, figliolo, hai mai visto Dio?

Studente: No, signore.

Professore: Dimmi se hai mai sentito il tuo Dio?

Studente: No, signore.

Professore: Hai mai percepito il tuo DIO, assaggiato il tuo Dio, annusato il tuo Dio?Hai mai avuto la percezione sensoriale di Dio?

Studente: No, signore. Temo di no.

Professore: Ma ancora credi in Lui?

Studente: Sì..

Professore: Secondo calcoli empirici, verificabili, dimostrabili, la scienza dice che il tuo Dio non esiste. Che ne dici, figliolo?

Studente: Niente. Ho solo la mia fede.

Professore: Sì, la fede. E questo è il problema che ha la scienza.

Studente: Professore, c’è una cosa come il calore?

Professore: Sì..

Studente: E c’è una cosa come il freddo?

Professore: Sì..

Studente: No, signore. Non c’è.

(L’aula è diventato molto tranquilla con questa svolta degli eventi.)

Studente: Signore, è possibile avere un sacco di calore, ancora più calore, surriscaldamento, calore mega, calor bianco, o un pó di calore. Non esiste una cosa come il freddo. Il freddo è solo una parola che usiamo per descrivere l’assenza di calore. Non possiamo misurare freddo. Il calore è energia. Il freddo non è l’opposto di calore, è solo la sua assenza.

(Silenzio in aula.)

Studente: Che dire invece de buio, professore? C’è una cosa come le tenebre?

Professore: Sì.. Qual’è la notte se non c’è buio?

Studente: Si sbaglia di nuovo, signore. L’oscurità è l’assenza di qualcosa. Si possono avere condizioni di scarsa illuminazione, la luce normale, luce intensa, luce lampeggiante. Ma se non avete la luce, non hai niente e la si chiama oscurità, non è vero? In realtà, non è oscurità.

Professore: Allora, qual è il punto, giovanotto?

Studente: Signore, il mio punto è che la sua premessa filosofica è difettosa.

Professore: Cosa? Puoi spiegare come?

Studente: Signore, si sta lavorando sulla premessa della dualità. Lei sostiene che ci sia vita e morte, un Dio buono e un Dio cattivo. Sta visualizzando il concetto di Dio come qualcosa di finito, qualcosa che possiamo misurare. Professore, la scienza non può spiegare neppure un pensiero. Si usa l’elettricità e il magnetismo, ma non ha mai visto, né tanto meno pienamente compreso nessuno dei due. Vedere la morte come il contrario della vita è essere ignoranti del fatto che la morte non può esistere come una cosa sostanziale.

La morte non è l’opposto della vita: solo assenza di essa. Ora mi dica, professore, non si insegna agli studenti che si sono evoluti da una scimmia?

Professore: Se lei si riferisce al processo evolutivo naturale, sì, certo.

Studente: Ha mai osservato l’evoluzione con i suoi occhi, signore?

(Il professore scosse la testa con un sorriso, cominciando a capire dove stava andando l’argomento.)

Studente: Dal momento che nessuno ha mai osservato il processo di evoluzione al lavoro e dal momento che nessuno può neanche dimostrarlo come un processo realmente in atto, lei sta insegnando la sua opinione, signore! Lei non è uno scienziato, ma un predicatore,no?

(La classe era in subbuglio.)

Studente: C’è qualcuno in classe che abbia mai visto il cervello del professore?

(La classe scoppiò in una risata.)

Studente: C’è qualcuno qui che abbia mai sentito il cervello del professore, toccato o un odorato vero? Nessuno sembra averlo fatto. Così, secondo le norme stabilite dalla scienza, basati sull’empirica, su qualcosa di dimostrabile, allora lei non ha un cervello, signore. Con tutto il rispetto, signore, come possiamo allora fidaterci delle sue lezioni?

(La stanza era silenziosa. Il professore guardò lo studente, il suo volto imperscrutabile.)

Professore: Credo si tratti di fede, figliolo.

Studente: … Esattamente! Il legame tra l’uomo e Dio è la fede. Questo è tutto ciò che mantiene le cose vive e in movimento.

Post scriptum
Lo studente era EINSTEIN

" - Primate Medio
Se c’è una qualitá che so per certo di avere è la capacitá di camminare perfettamente sui tacchi anche da ubriaca marcia. Non importa quanto io sia sbronza e le mie facoltá cognitive praticamente a puttane, non barcolleró mai neanche su 12 centimetri di tacco a spillo. Non è un’abilitá che torna chissá quanto utile, ma è una certezza della mia vita. Allora come porcaputtana mi sono trovata ieri sera col culo all’aria in mezzo a Santa Croce e lui che correva ad alzarmi trattendendo a stento le risate?  Così ora sto andando a mare e sembro una dodicenne appena caduta dalla bicicletta. Proprio l’aspetto sexy che contavo di avere, sì.
/ past